Confini

Secondo il dizionario i confini sono “le linee estreme che segnano la fine di un territorio o di un paese”. Al giorno d’oggi questa parola è diventata molto attuale: alcuni uomini politici parlano di confini che devono proteggere i loro paesi contro l’immigrazione. C’è tanto da dire ma non lo farò. Vorrei parlare di un altro tipo di confini, cioè i confini personali.

Quando ero ancora una ragazzina, ero molto timida e non sapevo come difendere i miei ‘confini personali’. Una mia amica era molto più sfacciata di me e non mi rispettava. Una volta, alla scuola elementare, avevamo costruito un aquilone. L’insegnante mi aveva fatto i suoi complimenti perché avevo costruito un aquilone meraviglioso e colorato, con la forma di un pesce, molto più bello dell’aquilone fatto dalla mia amica.

Lei era invidiosa del mio aquilone e voleva che io glielo dessi. Mi ha detto che avrei dovuto prendere una strada molto più lunga per tornare a casa mia, se non le avessi voluto dare il mio bellissimo aquilone, fatto con cura. Avevo sempre molta paura di lei e non ho osato contraddirla. Non ho avuto il coraggio di dire ‘no’ e di proteggere i miei confini personali. Le ho dato il mio aquilone e abbiamo camminato verso casa insieme, come se non fosse successo niente.

Il giorno dopo sono passata a trovarla a casa sua per andare a scuola. Il mio aquilone era appeso al muro del soggiorno. Vedendolo appeso al muro, il mio cuore si è stretto e mi è venuta giù qualche lacrima: “Questo è il mio aquilone, perché ho accettato di darglielo?”. La madre della mia amica era molto orgogliosa di sua figlia e mi ha detto che sua figlia aveva lavorato bene a scuola e aveva costruito un aquilone splendido. Quando ho sentito queste parole mi sono arrabbiata, però non ho osato spiegarle che l’aquilone era il mio e non quello di sua figlia. Sono stata zitta e non ho detto niente.

Questo esempio mostra che è importante difendere i propri confini personali. Se non lo fai, ti darà fastidio e non ti sentirai bene. Per me, è stata una lezione che non ho mai dimenticato. Oggi l’aquilone per me è un simbolo di libertà: l’aquilone vola sempre più in alto, sopra tutti i paesi. L’aquilone non conosce dei confini perché la terra appartiene a tutti.

Irene – Olanda

1 Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...