Barriere coralline

Circa venti anni fa andai a visitare un mio parente, biologo marino, nel Parco Nazionale di Samoa. Questo parco nazionale è l’unico che si trova a sud dell’equatore e un terzo del parco è sotto l’oceano. Il parco conserva e protegge le barriere coralline, le foreste pluviali tropicali, i pipistrelli della frutta e la cultura samoana. Lo snorkeling è l’attività principale, quindi siamo andati a fare snorkeling. Le acque erano cristalline e la vita sottomarina era incredibile. Non c’erano solo piccoli pesci colorati e belli, ma anche i coralli, le “colline di corallo”. Pesci colorati che vivono nelle caverne di questi coralli e che, mentre nuotavamo, erano curiosamente fuori dai loro nascondigli e nuotavano con noi. Non potevo credere che ci fosse un mondo così ricco e complesso sotto i miei occhi. Alcuni coralli sembravano funghi, altri sembravano rami di alberi. Alcuni erano in grandi colonie e arrivavano tutti con colori inimmaginabili. Era come se fossimo in una foresta pluviale tropicale sottomarina. Non posso dimenticare l’immagine che ho nella mia mente, la bellezza della vita sott’acqua.

Mi preoccupo molto sapendo che i cambiamenti climatici e il riscaldamento delle acque avranno effetti negativi su questo mondo sotterraneo.

Nahide, Lafayette – Stati Uniti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...