America

Di questa storia non conosco i dettagli più profondi e non so, permettimi di dire, se sia vera. Supponiamo che lo sia. So riconoscere invece i segni che ha lasciato sul volto di chi l’avrebbe vissuta: un uomo di cinquanta anni, con le rughe che quell’età porta con sé. Ho sentito questa sua storia raccontata per la prima volta una mattina qualunque di scuola. La mia professoressa gli stava raccontando la mia, di storia, come avevo fatto a imparare l’italiano e quante lingue parlavo e lui a un certo punto ci ha risposto: ” Io parlo dieci lingue” (proprio così); “Dieci lingue? E quali sarebbero?”; “Spagnolo, hindi, ecc.”; “E come mai parli così tante lingue?”

Così ha cominciato a raccontarci una parte di lui, mettendo insieme le parole in diverse lingue. Ha viaggiato tanto nella sua vita, è stato in Messico, Sudafrica, Spagna, Panama e in altri paesi, nomi che non ricordo ora. Attualmente è in Italia come immigrato, come me, però con una storia diversa alle spalle. La cosa più affascinante della sua storia è che tutti questi viaggi, tutte le lingue che parla, avevano un solo obiettivo: raggiungere l’America, precisamente New York, dove si trova la maggior parte della sua famiglia. Il suo sogno, che cerca di afferrare da quando aveva tredici anni, e oggi ne ha cinquanta.

Durante questi trentasette anni è stato arrestato in Messico, incarcerato per ventitré mesi, è stato ingannato per anni, avrà anche subito sorti diverse che a me non ha raccontato, ma nonostante tutto ciò non ha smesso e non smette anche ora di provare a raggiungere quel suo sogno, ovvero l’America. Non ha raggiunto l’America, ma ha raggiunto diversi paesi che lo hanno fatto diventare l’uomo che è oggi, con le rughe, rughe che hanno tante storie da raccontare, occhi che guardano lontano, che hanno storie da raccontare e infine un sorriso che ogni tanto spunta, un sorriso che sembra voler dire a me, guarda caso, tu sei ancora giovane, quindi puoi fare tutto.

Mi raccontava un amico un giorno qualunque.

Kehinde

Vive a Scordia, nato in Nigeria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...