Categorie
_

L’estate di Josephine

È arrivata l’estate! Le persone sono ansiose di andare al mare, di camminare e vedere la natura dopo tanto tempo confinati a casa, a causa dell’incubo della pandemia. Per un momento, ho ricordato un episodio che mi è successo alcuni anni fa. Durante un’estate terribilmente calda ho conosciuto una giovane che si chiamava Josephine; lei non aveva né madre né padre, e nemmeno fratelli; lei mi ha detto anche che l’unico sogno della sua vita, era a volte quello di passeggiare all’aeroporto.

Josephine rimaneva lì per ore, osservando quelle persone che andavano e venivano non si sa da dove. Lei guardava ogni persona chiedendosi chi fosse, dove sarebbero andati e da dove venissero. Saranno stati uomini d’affari oppure forse persone che tornavano dalle vacanze? C’erano mormorii di voci provenienti da diversi Paesi che riecheggiavano in quell’enorme spazio. Josephine sembrava una giovane felice perché la sua immaginazione l’aveva portata in un mondo di fantasia. Sono ricordi leggeri che rimarranno sempre nel mio cuore.

Lucia

Nata in Portogallo
Vive a Lisbona

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *