Sale

Quando si tratta di parlare della mia estate interiore, sembra un po’ strano ma la verità è che l’estate non è la mia stagione preferita.
Il mio spirito non può accompagnare il ritmo scatenato di questa stagione. La mia estate interiore provoca in me una reazione diversa, cioè un cambiamento di umore.
Ma per un altro verso, l’estate ci porta la libertà, il sole, il mare, la natura e tanti altri piaceri. Com’è piacevole vedere il cielo che poco a poco sta spingendo le nuvole scure e il sole nascosto per tanto tempo appare luminoso e colorato.
Dalla mia villetta posso vedere le persone che partono per le vacanze, l’ingorgo stradale delle macchine, i treni e le barche che fremono per lasciare la città.
Quando viene l’imbrunire, posso ascoltare i grilli che cantano una canzone conosciuta da me e sentire il profumo che viene dal mare.
In questo momento di tanto caldo mi viene in mente un desiderio, di staccare la spina in una qualche isola e assaggiare il sale che arriva dal mare.

Lucia

Nata in Brasile
Vive a Lisbona