Categorie
_

Fili

Sono uno che salta da una pietra all’altra in mezzo a un fiume che scorre placido. Le pietre non sono scivolose, non c’è pericolo di cadere in acqua.

Tutto il giorno salto da una pietra all’altra. Tutte le pietre sono colorate, e molte sono dello stesso colore ma i colori sono tanti. Per questo capita che pietre di uno stesso colore siano abbastanza lontane tra loro e che per raggiungerle debba passare su pietre di colore diverso.

Durante il giorno penso a come riunire i fili immaginari che tengono insieme le pietre di colore uguale senza rinunciare agli incroci con i fili immaginari che tengono insieme le pietre di colore diverso. I fili si intrecciano sempre e qualche volta ne abbandono uno per seguirne un altro, con grande dispendio di tempo per tornare a seguire il filo abbandonato. In questo tragitto penso ai motivi per cui i fili si sono intrecciati e perché sono passato da una pietra colorata a un’altra.

Mi piace pensare a come tenere insieme i diversi fili immaginari che mentre cammino si fanno sempre più lunghi e intricati; e anche se diventa difficile è proprio questo esercizio che mi dà piacere.

I miei desideri sono; di riuscire di tanto in tanto a produrre qualcosa di colorato fatto con i diversi fili intrecciati lungo il cammino; di non perdere i fili anche se smetto di seguire il cammino che mi indicano; continuare ad avere voglia di saltare da una pietra all’altra; infine, desidero che il fiume sia lungo.

Fabrizio

Nato in Italia
Vive a Roma

1 risposta su “Fili”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *