Categorie
_

Fugace

/ FUTURO /

Dopo il presente, il futuro è la prossima cosa migliore. Ieri, oggi, e domani sono i tre intervalli di tempo familiare. Il concetto di tempo deve essere importante per gli esseri umani perché ci sono tempi verbali corrispondenti in molte lingue.

Abbiamo già vissuto nel passato, viviamo nel presente, però possiamo solo pensare o sognare il futuro. Ciò che abbiamo fatto, di cui abbiamo parlato nel passato, non lo possiamo cambiare. Thomas Wolfe, scrittore, l’ha scritto al meglio: “Non puoi tornare a casa (You can’t go back home)”. Il tempo cambia tutto; non possiamo mai tornare alla nostra giovinezza, ai tempi fisicamente migliori. Tranne che nei nostri pensieri, nei nostri ricordi possiamo rivisitare il passato. Se io sono come tutti gli altri, ho ricordi del passato sia buoni che non così belli. Fortunatamente per me, raramente mi soffermo sui brutti ricordi del passato.

Il passato è andato via e il presente è fugace; quindi, l’unico tempo che ci resta è il futuro. Almeno viviamo nel presente, così possiamo sfruttare al meglio il nostro tempo se siamo consapevoli che il presente esiste solo per un breve periodo. Lorenzo de’ Medici, Il Magnifico, lo sapeva. La sua poesia, “Trionfo di Bacco e Arianna” lo trasmette perfettamente:

Quant’è bella giovinezza,
che si fugge tuttavia!
Chi vuol esser lieto, sia:
di doman non c’è certezza.
…il tempo fugge e ‘nganna…
…di doman non c’è certezza.

Questa poesia del quindicesimo secolo è un modo per dire, come abbiamo cercato di fare negli anni ’60, “vivi il presente”.

Va bene. E poi cosa? Il futuro rimane, anche se non sappiamo quale sarà. Tuttavia, è il futuro che ci darà speranza, che ci darà la possibilità di costruire nuove case, imparare una lingua straniera, viaggiare in altri Paesi. Genitori che vedranno i figli e i nipoti dopo molto tempo. Una cerimonia di laurea per uno studente universitario a cui partecipano familiari e amici. Un tramonto sul mare che sarà apprezzato dagli amanti. Una vita nel futuro in cui vedremo la nostra famiglia e i nostri amici senza la paura di contrarre o trasmettere un virus pandemico.

David

Nato negli Stati Uniti
Vive a Washington, D.C.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *