Categorie
_

Il senso di giustizia

Da quando sono piccola le ingiustizie mi fanno male, mi pungono la pelle e mi tormentano la mente. Ricordo che i miei genitori, i miei zii e i miei insegnanti dicevano sempre “non fare agli altri ciò che non ti piace venga fatto a te”. Questa frase, che era semplicemente una forma di chiudere i litigi tra i bambini, per me è diventata una filosofia di vita: io tratto le persone come spero che mi trattino loro.

Ecco da dove viene il senso di giustizia per me. Io spero di essere trattata con rispetto, perché so quanto vale la mia dignità umana. Quindi cerco di essere giusta con gli altri, perché riconosco che sono preziosi quanto me. Ma per quale motivo questo concetto della giustizia è meno chiaro per le altre persone?

Nel mio Paese, che amo ma che mi provoca così tanto dolore, stiamo attraversando un grande disastro politico, economico e sociale da oltre sei anni. Nonostante il tempo trascorso, non riesco a capire come una persona può mettere un prezzo sulla vita di tanti innocenti. Da dove viene il loro senso di giustizia? Anzi, quando lo hanno perso?

Queste figure di potere nel mio Paese sono, per il momento, irraggiungibili per me. E le loro azioni estremamente spregevoli. Ora posso solo aggrapparmi alle mie convinzioni, e continuare a vivere secondo il “non fare agli altri ciò che non ti piace venga fatto a te”.

Una famosa giornalista venezuelana ha recentemente affermato: “Guardiamo sempre coloro che fanno parte del nostro mondo quotidiano negli occhi; che questo sguardo sia sempre orizzontale e il nostro verbo sia sempre dolce”.

Riconosco e rispetto la tua dignità. Spero che tu riconosca e rispetti la ​​mia.

Mercedes

Nata in Venezuela
Vive a Maracay

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *