Categorie
_

Parlando da solo

/ EXTRA /

Guardando fuori dalla finestra mi chiedo come il tempo passi così in fretta e non mi rendo conto. C’è ancora tanto da fare e non concludo niente. C’è un disagio intorno a me, ma non riesco a trovare una ragione per questo. Avrò un problema o sto avendo un raptus? Qualcuno mi ha detto che ogni tanto succede questo genere di cose. Ma non a me! Non sono una persona depressa, al contrario; o sarà che lo sono? Non so più niente; so solo che devo finire questo lavoro che mi è stato ordinato qualche tempo fa. Ma quando? Poco a poco ho ricordato… Era a Natale o Carnevale del 2020 o del 2021? Non sono sicuro delle date. Penso di non stare bene… Un’amica mia mi ha detto che io dovrei andare da uno psicologo. Ma in realtà , non mi piace molto. Odio gli psicologi! Ma dopotutto che giorno è oggi? Non credo… Sono le dieci del mattino. Come ho potuto dimenticare? È ora del mio appuntamento con lo psicologo.

Lucia

Nata in Brasile
Vive a Lisbona

1 risposta su “Parlando da solo”

Coraggio Lucia. Tu non sei la solita persona che ha problemi durante questo periodo – non è un segno di debolezza; anzi, è un segno di coraggio di amettere che c’e un problema. Penso che sia un’ottima idea di andare dallo psicologo. Ti auguro ogni bene. Forza Lucia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *