Categorie
_

Sole e caldo

Vivo nella regione centro-costiera del mio Paese, quindi l’estate per me dura tutto l’anno. L’estate venezuelana significa sole e caldo. Ma per parlare davvero dell’estate, devo pensare alla mia infanzia, quando le cose non andavano così male nel mio Paese, e durante le vacanze scolastiche l’estate era sinonimo di Cata (una bellissima spiaggia vicino a dove vivo).

L’estate era il nervosismo di percorrere una complicata strada di montagna, per arrivare a un piccolo paese costiero che visitavi solo una o due volte all’anno, ma che sentivi tuo. L’estate era quella sensazione di anticipazione nervosa quando i tuoi piedi scalzi toccavano la sabbia calda per la prima volta nel giorno. L’estate era quel colpo di sole, calore e freschezza che ti riceveva quando entravi in acqua.

L’estate era la sensazione piacevole di fare il bagno con acqua dolce per lavare via la sabbia e l’acqua salata, prima di iniziare il viaggio di ritorno a casa. L’estate era composta da quell’odore di torta di mais, torta di banane e conserve di cocco appena fatte, che impregnavano tutto il paese dopo le 16:00. L’estate era il freddo contraddittorio della montagna mentre scendevi sulla stessa strada. L’estate era tornare a casa già di notte, con la pelle bruciata dal sole e molto stanca. L’estate era sdraiarsi sul letto, chiudere gli occhi e ascoltare il suono delle onde del mare.

Mercedes

Nata in Venezuela
Vive a Maracay

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *