Paradiso in terra

L’estate del 1965 era un’estate particolare della mia giovinezza (avevo 17 anni) e me la ricordo come se fosse ieri. Sono cresciuto a Palm Springs in California, una piccola città (in quei giorni) nel deserto Sonora. Come si può immaginare, durante l’estate il sole era quasi accecante e il caldo era implacabile. La temperatura ha spesso raggiunto i 40-45 gradi C.

Come adolescenti ovunque, volevamo il nostro spazio e la nostra libertà. La mia moto, che ho comprato con i soldi guadagnati da un lavoro in un ristorante, mi ha dato un senso di libertà perché potevo andare dove volevo. Siccome il calore che sembrava una fornace avvolge tutto nelle estati desertiche, io e miei amici spesso cercavamo rifugio nei canyon dei monti San Jacinto e Santa Rosa nella Valle del Coachella.

Almeno una volta a settimana durante quest’estate apparentemente infinita, riempivamo i nostri zaini con panini e acqua, e poi andavamo al nostro canyon favorito—Tahquitz Canyon. C’erano tre attrazioni del canyon: l’aria fresca e il silenzio e la solitudine di una cattedrale; la natura e la fauna selvatica; e le ragazze che nuotano nude nello stagno riempito dalle cascate che si sciolgono in alta montagna.

Per secoli, gli abitanti indigeni, gli Agua Caliente, hanno anche approfittato dell’ombra e dell’acqua nel Tahquitz Canyon. Nietzsche ha avuto alcuni dei suoi pensieri più profondi mentre camminava, e io ho avuto i miei pensieri migliori mentre facevo le escursioni in questo canyon che assomiglia a una cattedrale gotica che raggiungeva il cielo. Qui ho trovato la tranquillità della natura e l’anima su ciò che il futuro potrebbe portare, hanno cospirato per instillare l’introspezione e alleggerire i pensieri che sono diventati sogni, alcuni dei quali sono stati trasformati in una tabella di marcia del mio percorso verso l’età adulta.

L’escursione in questo canyon santificato, con animali iconici come le pecore Bighorn, e la bellezza naturale delle rocce e dei massi enormi, segnati da migliaia di anni di trasformazioni geologiche, mi hanno portato più vicino a un sentimento religioso di quanto io sia mai stato.

L’ultima ricompensa dell’esplorazione del canyon è stata incostante. Sebbene il placido e fresco laghetto delle cascate di Tahquitz fosse sempre lì, a volte c’erano ragazze nude che nuotavano e si abbronzavano al sole. Questo giardino di Eden era un paradiso in terra che mai scorderò.

David

Nato negli Stati Uniti
Vive a Washington DC